Ettore Sottsass au Cirva|Un architecte dans l’Atelier

Carrello

Il vostro carrello è vuoto
Visitate il negozio

Continua gli acquisti
+
-
13,00 €

Sold Out

"Un vero e proprio inno alla vita nella scelta dei colori e nella tranquillità cosmica delle forme; ogni oggetto ha concepito riposa come una piccola struttura architettonica nel proprio spazio autonomo" Isabelle Reiher, direttore CIRVA.

Ettore Sottsass è stato sempre affascinato dal vetro e ha lavorato al Cirva (Centro Internazionale di Ricerca sul vetro e Arti Visive) dal 1998 fino alla sua morte nel 2007. Questo materiale gli ha offerto un'intera panoplia di possibilità per la sua creatività: trasparenza e opacità, una molteplicità di colori e spessori ... Lungo il percorso, mentre sviluppa i suoi progetti creativi, ha associato il vetro con altri materiali, come ceramica, marmo, cromo, acciaio, roccia lavica e Corian ®, al fine di rendere più pezzi stratificati e ampliare il suo campo di riflessione.

L'opera è presentata in quattro parti, frutto della collaborazione tra Ettore Sottsass e vetrai Cirva:

- "Vasi": questa serie gioca sul romanzo e l'utilizzo di un oggetto di uso quotidiano, un vaso, trasformando sia la sua utilità che la percezione del fruitore.

- "Lingam" e "Xiangzheng": ispirato all'Induismo, la predominanza è data al colore con i pezzi che si alternano tra tensione e armonia.

- "Kachinas": questa ultima serie è motivato dalla spiritualità ispano-americano, il culmine di una dimensione spirituale accordato agli oggetti ispirati alle credenze delle società indiane dell'America latina che Ettore Sottsass aveva indagato fin dall&inizio della sua carriera.

Questo libro è stato pubblicato con il sostegno del Centro Nazionale di Arti Plastiche - CNAP.

Editore: Bernard Chauveau
Lingua: Inglese / Francese

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>