L’ Archivio Vianello donato al Centro Studi del Vetro

Disegni, progetti e documenti

Alla Fondazione Cini oltre 2000 pezzi dall’archivio personale del noto designer veneziano. Il fondo sarà catalogato e, una volta digitalizzato, si potrà consultare online

È stato firmato lo scorso 29 ottobre sull’Isola di San Giorgio Maggiore, l’atto formale con cui l’architetto Toni Follina, nipote di Vinicio Vianello (1923-1999), dona al Centro Studi del Vetro della Fondazione Giorgio Cini l’archivio del pittore e designer veneziano, vincitore di una Medaglia d’Oro alla IX Triennale di Milano nel 1951 e del Compasso d’Oro nel 1957. Il fondo Vianello costituisce un importante nucleo di documentazione: oltre 1.300 esemplari in originale, fogli relativi alla progettazione e produzione di vasi, lampade, progetti d’illuminazione su interventi architettonici e urbanistici realizzati in Italia e all’estero, circa 550 riproduzioni fotografiche, numerosi cataloghi e brevetti, articoli di rassegna stampa e pubblicazioni del maestro Vinicio Vianello relativa al settore del vetro.

  • Vinicio Vianello, Vaso Garofani, serie "Fantasia", 1956